La compagnia delle Vespe temerarie

Stamani ho riceveuto un’email da parte di Riccardo Costagliola, Presidente della Fondazione Piaggio.
L’ho aperta con trepidazione stillando la lettura un po’ come si fa con le carte da gioco. Man mano che scorrevo le parole un sorriso di soddisfazione mi si stampava in faccia: è lieto di comunicarmi che patrocinerà la mia iniziativa, sponsorizzandola inoltre con abbigliamento Vespa. Mi offre infine la sede del Museo Piaggio come punto di arrivo per il ritorno. Non è un traguardo qualsiasi: lì sono custoditi i mezzi dei grandi viaggiatori. E’ un posto in cui si respira l’odore dei chilometri percorsi, della strada e di luoghi lontani, che racconta di lunghi viaggi che hanno emozionato chi li ha intrapresi e chi li ha ascoltati. Dietro il fitto strato di adesivi multicolore si scorgono le PX con cui Giorgio Bettinelli e Sean Jordan, in momenti diversi, hanno solcato i 5 continenti. E’ il luogo adatto dove una Vespa intrepida trova riposo a fine carriera.

Spero di incontrare presto il Presidente per ringraziarlo di persona ed impegnarmi con lui a tenere alta l’immagine della Vespa e della Piaggio durante tutto il viaggio.

Mio nonno, che ha dedicato la sua vita alla Piaggio, lavorandoci per quarant’anni, sarebbe orgoglioso.