Giorno 12: Sonkamuotka – Alta 254 km

Lasciamo il villaggio di Sonkamuotka, con le sue casette di legno verniciato e le tendine ricamate alle finestre. Facciamo una sosta per visitare un allevamento di Husky, conosciuto tramite Couchsurfing.

I volontari ci fanno fare un giro per l’allevamento

Hanno un aspetto abbastanza esile, ma Kit, un volontario, ci spiega che hanno un’enorme forza e resistenza. E ce lo dimostra porgendoci il guinzaglio. In un attimo veniamo trascinati via!

I cani sono in tutto una quarantina e vengono impiegati nelle mute da traino

Salutiamo i ragazzi e proseguiamo verso il confine con la Norvegia. Il freddo è estremo, siamo scossi dai brividi. Un incontro inatteso ci risveglia dal torpore: un branco di renne attraversa la strada.

Un’intera famiglia di renne!

Attraversiamo gole di roccia e torrenti glaciali, il paesaggio è unico.

Lo stupendo paesaggio ci fa dimenticare per un attimo il freddo

La tanica da 4 litri con cui ci siamo premuniti ci torna utile in questa zona remota, senza distributori.

Con il vento contro si consuma di più

Con grande ritardo arriviamo a casa di Julian, il Couchsurfer di Alta, alle 23. Fuori casa i due camper Volkswagen pieni di adesivi ci anticipano il suo carattere espansivo e avventuroso.

La vespa e il furgone sono dello stesso anno!

La meta è sempre più vicina.