Giorno 23: Kristiansund – Fodnes 421 km

La Trollstigen è la strada più affascinante del mondo, a mio parere ancor più della Atlantic Road.

Trollstigen, Il sentiero degli gnomi

Quest’ultima è sicuramente un prodigio tecnico, con i suoi 8 km di ponti da un’isola all’altra.

Gli archi dei ponti sono molto scenografici

Ma la Trollstigen, è di più. E’ magica. 11 tornanti dove non passano due auto assieme e cascate a precipizio.

Ci assale un dubbio: ce la farà la Vespa, stracarica com’è?

Senza parlare poi delle leggende che aleggiano sul suo conto!

Gli gnomi sono onnipresenti nella tradizione norvegese

Mentre aspettiamo di inerpicarci per la salita un gruppo di turisti si accalca intorno alla Vespa, scattando foto e chiedendoci autografi!

“Noooo, una Vespa!”

Curva dopo curva saliamo lentamente verso la cima.

Non ci proviamo neanche a mettere la seconda!

Gli spruzzi d’acqua ci ricoprono!

L’acqua viene direttamento dallo scioglimento della neve… immaginate la temperatura!

Arrivati sul picco della montagna incontriamo il direttore della struttura che ci permette di portare la Vespa sulle passerelle per alcune foto.

La pendenza dell’11% ha stremato la Vespina!

Proseguiamo il nostro cammino fra i paesaggi innevati.

E’ la strada che ci porta.

Seguiamo la strada costiera disseminata di fiordi che attraversiamo con rapidi (e costosi) traghetti, guidando tutta la notte. Facciamo solo una breve pausa nel paese di Stranda. Erik, il portiere di un hotel ci invita a bere un caffé caldo e a guardare la partita dell’Italia.
Dopo l’ennesimo traghetto giunge d’un tratto la stanchezza. La sala d’attesa deserta, riscaldata, con lunghe panche di legno ed un bagno è per noi un hotel a 5 stelle!

Anche la vista sul fiordo non è da meno.