Giorno 32: E60 – Bolzano 227 km

Lasciamo l’autostrada per goderci il paesaggio montano austriaco.
Attraversiamo il confine sul Passo della Resia, dove un lago di acqua azzurrissima accoglie una città sommersa.

Il paese di Curon Venosta venne allagato artificialmente per la costruzione di una diga

Tornare in Italia ci dà l’impressione di essere già arrivati, anche se mancano ancora 500 chilometri. La sosta d’obbligo è a Bolzano, dove Erich Fink, il meccanico che ha salvato il nostro viaggio all’andata, ci aspetta nella sua officina per congratularsi con noi.
Per l’occasione Erich ha convocato il consiglio del Vespa Club Bolzano, che ci invita a cena. Passiamo una serata tra racconti e scherzi. Purtroppo non siamo riusciti a contattare Klaus, il giornalista che ci aveva ospitato la volta scorsa e che aveva scritto l’articolo su Stol.it.