Il progetto

2

Andare in Vespa a Capo Nord. Percorrere migliaia di chilometri a bordo di un simbolo di libertà che ha appassionato generazioni. Vedere scorrere i paesaggi a 70 chilometri l’ora, accompagnare la strada su curve e salite. Sentire l’avventura che prende forma sotto le ruote. Avere una meta ma assaporare il viaggio in ogni suo attimo. Lasciarsi trasportare e capire che la vera meta è il viaggio stesso. Immergersi nella verde natura del Nord Europa, farsi accarezzare dal vento e contemplare in silenzio il sole di mezzanotte. Poi rimontare in sella sentendosi ripagati delle fatiche. Sentirsi riconoscenti verso la vecchia e fedele PX 125 e sapere di aver portato un pezzo di Pontedera in capo al mondo. Ripartire con le immagini dei bei momenti impresse nei ricordi, sorridere pensando agli imprevisti che rendono l’avventura più emozionante e, come da ogni viaggio, tornare cambiati ed arricchiti di esperienze.

Nell’aprile del 2012 è nato il progetto di percorrere i 10.000 chilometri da Pontedera, mia città natale e patria della Piaggio, a Capo Nord e ritorno, a bordo di una Vespa d’epoca PX 125 del 1982. L’idea è sorta dalla mia passione per i viaggi, dalla voglia di avventura e di mettersi alla prova, di sfidare gli elementi della natura con un mezzo non convenzionale spingendosi più lontano di dove gli altri si fermano. Con questa avventura ho voluto rendere onore a mio nonno materno, operaio della Piaggio per oltre quarant’anni, portando la Vespa, simbolo di libertà per generazioni, fin sul tetto d’Europa. Alessandro Pierini, amico e viaggiatore, mi ha accompagnato in questo viaggio conividendo con me la sella e le ore di guida. Dopo aver redatto un progetto iniziale ho trovato patrocinatori e sponsor tra istituzioni ed imprese (fra gli altri: Regione Toscana, Piaggio, Vespa World Club, Michelin). Numerosi incontri pubblici e conferenze stampa hanno accompagnato l’evento, che è stato seguito da TV, radio, giornali, siti e blog di viaggi, come si può leggere nella sezione Rassegna stampa. Durante il viaggio ho dormito spesso ospite della gente del posto, grazie alla comunità per viaggiatori Couchsurfing, ma anche in tenda o in ripari di fortuna. Durante il viaggio ho raccolto giornalmente le sensazioni, gli incontri e le avventure vissute in un diario di viaggio, che trovate in parte pubblicato su questo sito e che presto sfocerà in un libro. Attualmente la Vespa del viaggio è in esposizione al Museo Piaggio, nell’area dedicata ai veicoli degli esploratori del passato, accanto alle gloriose Vespe di Giorgio Bettinelli.

L’itinerario

– ANDATA –

Pontedera Montecatini Bolzano Ingresso in Austria Worgl Ingresso in Germania Jena Rostock Traghetto per Trelleborg Ingresso in Svezia → Norrkoping → Stoccolma Ornsköldsvik Pitea → Ingresso in Finlandia Rovaniemi → SonkamuotkaIngresso in Norvegia → AltaCapo Nord

– RITORNO –

Capo Nord Alta Tromso Svolvaer → Trondheim → Kristiansund → Tyssedal → Larvik → Traghetto per Hirtshals Ingresso in Danimarca Aarhus Ingresso in Germania Hanover Liederbach am Taunus Ingresso in Svizzera Romanshorn Ingresso in Lichtenstein → Vaduz → Ingresso in Austria Reschenpass Ingresso in Italia → Bolzano Fanano→ Pontedera

Totale chilometri percorsi: 9680, in 34 giorni (incluso 8 giorni di pausa).

Media giornaliera tappe: 372 km

Velocità media: 50 km/h

Chilometri per litro di miscela: Da 25 a 30

View Larger Map

Sponsor e patrocinatori

In tanti mi hanno aiutato e supportato nella preparazione e organizzazione di questa avventura, ed a loro vorrei dedicare un ringraziamento speciale.

Con il patrocinio di:

Con la sponsorizzazione di:

fink logo-qr-code-1024x327

12 Responses to Il progetto

  1. Mauro ha detto:

    Ho una vespa e….se avessi il mese di giugno libero verrei con te…come posso fare per darti un piccolo contributo????
    Ciao
    Mauro

  2. Ho fatto la settimana scorsa Bolzano – Jesolo – Bolzano con la mia P125X dell’81! Ho fatto Passo Rolle, Passo di Valle, Passo di San Pellegrino e Passo Costalunga, peró se vedo questo e spettacolare!
    Ancora tanto divertimento e buona fortuna al vostro viaggio!

    Saluti
    Armin
    Bolzano!

  3. adolfo banchi ha detto:

    forza ragazzi la meta è vicina!

  4. Roberto Vanin ha detto:

    Vi invidio da morire ragazzi… Buon viaggio…

    W Giorgio Bettinelli!!!

  5. Giorgio ha detto:

    Forza ragazzi, io l’ho fatta nel 1989 come viaggio di nozze con una vecchia ritmo, mi avete portato indietro 25 anni.

  6. massimo ha detto:

    Grande iniziativa….il sogno di tutti i vespisti

  7. Simone ha detto:

    Benvenuto nel club dei “Nordisti”.
    Ho avuto la fortuna di poter raggiungere la stessa meta nel 2009 a bordo del mio PX 200 in solitaria.
    Certe emozioni ti cambiano la vita.

  8. Franco Forti ha detto:

    Che spettacolo! E’ una vita che sogno una cosa del genere!
    Ho sempre avuto la vespa ma mai il coraggio…
    Avete in progetto altri viaggi?
    Complimenti vivissimi
    Franco Forti

    • Filippo ha detto:

      Ciao Franco,

      scusa il ritardo, ero indaffarato con la scrittura del libro. Dopo l’estate sto pensando di tornare in Sudamerica, ma devo ancora decidere l’itinerario.

  9. Ciao,
    sto pensando seriamente di farlo l’anno prossimo ad Agosto , da settembre incomincio a pensarci seriamente ! 😀

Rispondi a Mauro Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »